----------------------------------------------

Il successo del manga di "Le Rose di Versailles", non tardò ad arrivare, diventando ben presto un vero e proprio fenomeno sociale e diverse case di produzioni iniziarono a "corteggiare" Riyoko Ikeda affinché vendesse i diritti per poter realizzare una serie animata e/o un film sulla sua storia.

Soltanto nel 1978 (ben 6 anni dopo l'inizio della serializzazione su rivista del manga e 4 anni dopo la sua conclusione) Riyoko Ikeda decise di accettare la proposta del produttore giapponese
Mataichiro Yamamoto per la realizzazione di un film destinato al circuito cinematografico e che sarebbe stato girato in Francia da attori occidentali.

Le riprese iniziarono il
24 Luglio del 1978, Yamamoto riuscì a ottenere il permesso di poter girare le scene ambientante a Versailles nella vera reggia, autorizzazione che era ed è concessa raramente per evitare possibili danni alla struttura e ai suoi mobili a causa delle luci e delle attrezzature cinematografiche.

La regia fu affidata a
Jacques Demy, regista francese, vincitore di diversi premi alle mostre del cinema di Cannes o di Berlino e più volte nominato per le sue pellicole agli Oscar.
Demy era inoltre una delle figure più importanti del movimento cinematografico francese: Il
Nouvelle Vague. Tra i suoi meriti anche quello di aver fondatoil musical francese.
La parte musicale fu affidata a
Michel Legrand (vincitore di tre premi Oscar), con cui Demy aveva già più volte collaborato in altre pellicole.
La sceneggiatura fu invece affidata a
Patricia Louisiana Knopp che qualche anno più tardi avrebbe poi co-sceneggiato "Nove Settimane e mezzo" e per poi dedicarsi e specializzarsi nella produzione e sceneggiatura di film e telefim drammatici/erotici.

Il primo grande problema del team fu quello di trovare un attrice che potesse interpretare Oscar, la cui fisicità androgena rendevano il compito molto difficile.
La scelta alla fine ricadde su una debuttante,
Catriona MacColl e che in seguito diventerà musa ispiratrice del regista d'horror Lucio Fulci.
La scelta della MacColl risulta però inadatta per il personaggio che si trovava a dover impersonale, poco slanciata fisicamente, goffa nei movimenti, tanto da dover bisogno di una mano per salire e scendere da cavallo.

Il film venne presentato per la prima volta al pubblico a Tokyo il
3 Marzo 1979 e fu accompagnato da una grossa campagna pubblicitaria (vedi sotto video) della Shiseido, una ditta di cosmetica tra i maggiori finanziatori della pellicola, che non ottenne però il successo sperato da tutti.

In Italia così come in altri Paesi Europei (tranne in Francia dove venne presentato nell' Aprile del 1980) il film live di Versailles no Bara arrivò solo in seguito al successo dell'anime della TMS, che in realtà venne però prodotto solo successivamente.

SPOT SHISEIDO (1978)

 
This template downloaded form free website templates