----------------------------------------------

Quelle che qui di sotto seguono, sono due lettere aperte che Riyoko Ikeda scrisse ai lettori di "Versailles no Bara".

La prima fu scritta a conclusione della sua serializzazione su rivista nel 1973, la seconda nel 1987 a conclusione della ristampa del manga da parte della Choukoransha

Ho finalmente concluso di disegnare gli episodi del mio manga di "Versailles no Bara". Sono stati pubblicati a cadenza settimanale dal numero 21 del 1972 di Margaret a quello del 52 del 1973. Per un totale di 82 episodi....non sono pochi!

Questo lavoro è come un monumento alla mia gioventù. Ho sempre desiderato scrivere una storia sui primi anni della rivoluzione francese. 
Ho messo in questo lavoro tutta la mia passione e forza. La mia idea è stata considerata rischiosa da parte della casa editrice, ho dovuto convincere i redattori e rassicurarli di poter rendere interessante ai lettori la storia. 
Sulla base degli eventi storici ho poi composto sopra la mia storia, anche se ho dovuto fare dei leggeri cambiamenti narrativi.

Sono entusiasta del mio lavoro e del sapere che è stato accettato con così tanta passione dai lettori.

Risponderò ora ad alcune domande che mi sono state fatte dai voi durante la pubblicazione....

Cominciamo dai personaggi:

Non ho voluto un protagonista solo, ma tre: Oscar, Antoniette e Fersen.
Alcuni personaggi (Oscar, André e la famiglia Jarjayes) sono nati dalla mia fantasia, senza un modello di riferimento, altri invece, come ad esempio il padre di Oscar è ispirato dalla figura storica e reale del Generale Jarjayes.
Bernard Chatelet è ispirato da Camille Desmoulins, come alcuni lettori hanno capito, ma non ci sono prove che fosse lui il Cavaliere Nero.

Mi scuso, per non avere coretto le uniformi dei soldati francesi, non ho ottenuto i documenti in tempo.

L' uniforme che indossa Oscar è quella dell'età Napoleonica.
Ho preferito cambiare il nome della regina che era Maria Antonia in tedesco in Maria Antonietta sin dall'inizio.

Infine voglio darvi qualche piccola informazione circa il futuro dei bambini della regina: Il numero limitato di pagine non mi ha permesso che lo facessi all'interno della storia. La principessa Marie Therese, sposerà il suo cugino, il d'Angouleume. Il principe Louis Charles, suo fratello, è morto quando aveva soltanto 10 anni, nel 1795. Dicono che a ucciderlo sia stato Louis (il conte di Provenza) il fratello di Louis XVI, che successivamente diventerà Louis XVIII.

Devo ringraziare tutti coloro che mi hanno stimolata e consigliato e che hanno lavorato con me: i miei lettori, i miei redattori e le mie due assistenti e ovviamente mio marito che mi è stato di grande aiuto.

Riyoko Ikeda 

"Versailles no Bara" è stato pubblicato per 82 episodi dalla primavera del 1972 all'inverno del 1973.

L'idea mi è venuta dopo la lettura della biografia, "Marie Antoniette" di Schutevon Zubike (Stefan Zweig).

Allora non avevo ancora nessuna esperienza ma ho voluto provarci ed è diventato un monumento alla mia gioventù.

Anni fa non esistevano shoujo manga storici, i redattori, non volevano darmi l'autorizzazione per pubblicarlo, ed è diventato come una sfida per me. Ho dovuto persuaderli, "anche se è un manga storico, i lettori lo apprezzeranno!".

Per la prima volta uno shoujo manga è diventato un best seller!

Nell'autunno del 1972 in tutto il Giappone è apparso "l'Oscar fans Club".

Il Takarazuka ha realizzato uno spettacolo sulla mia storia, è stato realizzato un film girato a Versailles, il manga è stato pubblicato su una rivista per bambini in Italia e l'anime è stato trasmesso in Giappone e in Francia e in altri paesi in cui si parla in francese. E' stato creata tanta roba usando i mie personaggi e la mia storia.

Il boom di VNB è diventato anche un argomento dei mass media, un giornale ha parlato di un "fenomeno sociale". Questo boom ha portato a 12 milioni di copie vendute e finalmente i giornali per ragazze sono stati presi come qualcosa di nazionale e culturale.

Da allora i lettori sono aumentati, non più soltanto giovani ragazze.
Le persone hanno iniziato a interessarsi alla storia europea e alla letteratura francese, hanno imparato il francese e sono andati a visitare quel paese!!
Molti lettori hanno risparmiato i soldi per poter andare a Parigi a visitare Versailles!

Mi ha fatto piacere riceve le vostre tante lettere.
Sono passati 10 anni e ancora ricevo lettere su VNB non solo dal Giappone ma da tutto il mondo.
Tra le tante una mi ha toccato particolarmente, è stata scritta da una lettrice che ora è diventata madre.
Mi ha scritto: "Mia figlia ha ora l'età per leggere i manga e io voglio darle Vnb ".

Leggo sempre le vostre lettere con molta attenzione, il tempo è volato così rapidamente.

Mi ricordo di quella volta che ero così occupata che sono così dimagrita che ho dovuto iniziare a prendere le vitamine. Ma ho mantenuto costante l'uscita del manga. Una volta ho avuto paura che il mio cuore scoppiasse. Avevo la febbre a 40 ma andai avanti... che momento, ma avrei sacrificato qualsiasi cosa pur di completare questo manga, era il mio sogno. Avevo 24 anni.

Quando questo manga è stato pubblicato, molti lettori hanno trovato molto difficile riuscire a trovare un libro che parlasse della storia francese... chiedevano ai loro insegnati se Oscar era esistita realmente e hanno pianto quando Oscar è morta, tanto da non poter andare a scuola.

Questa storia è stata basata su fatti storici, ma il resto l'ho inventato io e ho dovuto cambiare alcuni eventi per poter meglio narrare le vicende.
Dopo la morte di Oscar i miei redattori mi hanno detto che avrei dovuto concludere la storia entro 10 episodi, così non ho potuto scrivere al meglio tutta la parte sulla rivoluzione, ma quelli principali si.

Durante la pubblicazione i lettori mi hanno fatto tante domande, e ora spiegherò a loro alcune cose. Oscar, André e la famiglia Jarjayes sono personaggi creati da me, non ho fatto riferimento a nessun modello. Soltanto il padre di Oscar è realmente esistito.

Il rapporto fra Rosalie, Jeanne e la Contessa De Polignac è finzione, come anche la conclusione della vicenda di Charlotte o del personaggio di Alain e di Girodel. Bernard Chatelet, alcuni lettori hanno capito che il suo personaggio è stato ispirato da Camille Desmoulins, ma non ci sono prove reali che lui fosse davvero il Cavaliere Nero.

Le uniforme dei soldati, sono quelle che vennero adottate nell'età napoleonica. Il nome di Maria Antoniette, quando era in Austria era Maria Antonia, ma ho deciso di usarlo sin da subito Maria Antoniette.

Dopo la rivoluzione francese alcuni personaggi sopravvissuti a VNB, come Alain e Bernard sono stai utilizzati per un altro mio manga: "Eroica".
La sua realizzazione era in programma da molto tempo... volevo scrivere qualcosa che parlasse di quello che era successo dopo la rivoluzione francese.

Riyoko Ikeda
Febbraio del 1987

 

 
This template downloaded form free website templates