----------------------------------------------
 

 

LIBRI:

Julius pronuncia queste parole dopo aver avvelenato Annelotte: "Padre mio, se è possibile, allontana da me questo calice".
Le parole sono tratte dal Vangelo di Matteo (Matteo capitolo 26) dove Gesù dopo aver pregato nel bosco dei Getsèmani ritorna dai suoi discepoli con la consapevolezza che quella notte uno di loro lo tradirà.

-----------------------

Viene citata la tragedia teatrale di William Shakespeare "Romeo e Giulietta" per descrivere l'intensità dei sentimenti di Malvida verso Franz.

-----------------------


LUOGHI:

In questo volume inizia la seconda parte di "Orpheus" e l' azione si sposta a Vienna.


Vienna
è la capitale e nello stesso tempo uno Stato Federale dell'Austria, E' sede d'importanti organizzazioni internazionali come OPEC e AIEA.

-----------------------

Dalla sua finestra Isacc riesce a sentire le campane della Chiesa di San Pietro.

-----------------------

L'Abbazia di Heligrenkreuz è il luogo di ritrovo della sfida di velocità degli amici di Amelié.
Consacrata nel 1133 e costruita su volere di Leopoldo III per farne dono al proprio figlio è la seconda abbazia cistercense più antica del mondo. Al suo interno viene conservato un frammento della "Vera Croce" (nome che venne dato nei Vangeli alla croce su cui venne crocifisso Gesù).

-----------------------


Viene nominata
Altenburg, città della Germania situata nella parte orientale del Land della Turingia.

-----------------------


Isacc e Amelé passeggiano per i
giardini del Volksgarten, uno dei più grandi parchi pubblici della città di Vienna. Al suo intorno vi si trovano diversi edifici e monumenti, come il Palazzo della Cancelleria, oggi sede del Capo del Governo e del Ministero degli Esteri.

-----------------------


MUSICA:

Una non meglio specificata variazione su una composizione di Handel è quello che Reinhard ha suonato per esser ammesso all'accademia del Professor Schonberg ed è lo stesso tema musicale che permetterà il contatto iniziale tra Isacc e Reinhard.

George Frideric Handel, nato nel 1685 in Germania da una famiglia borghese, trascorse quasi tutta la sua vita ospite di diverse corti europee. Compositore molto prolifico, tra i suoi lavori più noti vanno ricordati i 12 concerti grossi dell'opera 6. Con l'andare degli anni Handel iniziò a soffrire di depressione, miopia e artrite, decise così di farsi operare da un medico, affinché potesse contrastare la miopia, ma l'intervento lo rese totalmente cieco. il medico che l'operò eseguii in seguito lo stesso intervento anche su Bach (che soffriva dello stesso disturbo) con il medesimo risultato.

 


.

 

 
This template downloaded form free website templates